La storia della festa

La Festa dei Bambini nacque a Bologna l’8 settembre 1976 – Natività di Maria – da un gruppo di amici delle scuole superiori che avevano scoperto la bellezza dell’avvenimento cristiano grazie all’incontro con l’esperienza del movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione. All’interno della Basilica di Santo Stefano, dove questo gruppo di amici si ritrovava, c’è una statua che raffigura Maria Bambina. Da lì nacque l’idea di far rivivere la tradizione di questa festa liturgica che, fin dal ‘600, veniva celebrata in tutti i monasteri benedettini olivetani per ricordare la nascita della Madonna. E così fu proposto un gesto pubblico a tutta la città che iniziava con la benedizione dei bambini e proseguiva con giochi e canti sul sagrato della chiesa.

Per diversi anni la Festa si è svolta in piazza Santo Stefano ed ogni anno richiamava sempre più persone, fino al punto che, vista la numerosa partecipazione, occorreva trovare un luogo più grande per far giocare centinaia di bambini. Così ha migrato in vari parchi della città: il parco dell’ex Manifattura tabacchi, Villa Serena, la Lunetta Gamberini, la Montagnola, parco Tanara, i Giardini Margherita e piazza Maggiore.

Alla Festa dei Bambini si gioca, perché nel gioco i bambini esprimono naturalmente il desiderio di conoscere, di scoprire chi sono e di trovare degli amici.

Alla Festa si fanno laboratori perché è bello stare insieme grandi e piccini e provare stupore per quello che le nostre mani riescono a creare guardando un maestro.

Alla Festa si mettono a tema le domande che riempiono la vita quotidiana con l’aiuto di uomini e donne che si raccontano, condividendo gratuitamente un pezzetto di strada.

Alla Festa si incontrano alcune realtà educative della nostra città che, nel tempo, hanno voluto condividere la propria esperienza con chi ha cominciato quest’avventura, mettendosi al servizio nel costruire un luogo bello, insieme.

Infine alla Festa si mangia insieme, perché sedersi attorno a un tavolo con amici vecchi e nuovi rende la vita una festa.

Una festa provvidenzialmente posta all’inizio dell’anno scolastico, per cominciare un nuovo anno rendendo grazie, perché il lavoro che ricomincia è un dono prezioso per ciascuno e la fatica è più lieve se la si affronta con gli amici. È bello diventare grandi, guardare la realtà con gli occhi spalancati e poterlo fare insieme.
L’origine di tutto è la festa della nascita di Maria Bambina l’8 settembre, perciò il cuore è il desiderio per noi e per i nostri bambini di essere sempre più simili a Lei, nella Sua disponibilità ad accogliere il Mistero.